Sourdline, nessuna barriera alla comunicazione

Scritto da:

26.09.2019

KIABI SENTE CON IL CUORE: Con Sourdline nessuna barriera alla comunicazione  

Cari lettori,

in vista della Giornata mondiale dei non udenti il 28 settembre, vogliamo parlarvi con orgoglio di un servizio presente sul nostro sito: Sourdline.

Oggi si discute molto frequentemente sul concetto di diversità che investe tantissimo le prime pagine d’attualità; partiamo proprio dal presupposto che è l’uguaglianza il valore vero della diversità.

Il nostro essere differenti è espressione della nostra parità, senza deroghe e senza pregiudizi. L’uguaglianza vive nelle diversità e di questa si alimenta.

Conosciamo Sourdline…

Sourdline è un’azienda che nasce a Parigi nel 2004 come start up e offre la possibilità ai non udenti di accedere al servizio clienti attraverso webcam o chat.

Fornisce servizi di comunicazione di altissima qualità e prestazioni per soddisfare le esigenze di ogni persona non udente.

Il team è composto da persone udenti e non, completamente coinvolte e immerse in un ambiente totalmente bilingue.

La cura dell’utente è tutto ed è appunto il grande comune denominatore con KIABI.

Come nasce la collaborazione…

Come sappiamo, per KIABI ogni touchpoint col cliente è una relazione da vivere al massimo, all’insegna dell’efficienza e della tempestività. Questa tipologia di interazione diventa un vero e proprio “viaggio esperienziale”.

Al giorno d’oggi la voglia di ottenere informazioni sui prodotti, taglie, colori disponibili postula un’assistenza a 360 gradi e non era dunque corretto non garantirla ad una porzione di clienti.

Da qui nasce l’idea di collaborazione tra queste due realtà, in modo tale che il pubblico non udente può così riuscire a effettuare gli ordini, a risolvere un eventuale problema tecnico, a ovviare a qualsiasi inconveniente.

KIABI da qualche anno offre questa opportunità ai suoi clienti e i consulenti di lingua dei segni (italiana) sono disponibili dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 12.00

Quattro chiacchiere con la referente del progetto…

Sarah, responsabile della relazione clienti web – l’anno scorso ha partecipato alla campagna dei 40 anni di KIABI, indossando l’emblematica felpa: BONHEUR

Coordinatrice e referente del progetto Sourdline per KIABI, è la nostra responsabile del dipartimento relazione clienti, Sarah Mimoune.

L’abbiamo ascoltata con grande curiosità e dalle sue parole entusiaste si percepiva vivamente il valore aggiunto dell’iniziativa: offrire un servizio utenti che non conosce barriere.

Ci raccontava anche di quando i consulenti di Sourdline hanno sostenuto dei giorni di formazione in KIABI per toccare con mano l’atmosfera, il clima e la visione di un’azienda che vive a tutto tondo per i clienti, con i clienti.

Quale può essere il tuo ruolo?

Anche se in prima persona non sei affetto da questa disabilità uditiva puoi sicuramente, laddove tu abbia amici o conoscenti non udenti, fargli conoscere quest’opportunità.

Essere portavoce della diversità che unisce è già il primo passo in avanti che ognuno di noi può fare nel suo quotidiano.

Ormai in varie sfere ci si sta organizzando per creare un mondo senza barriere: musei organizzati per offrire la guida a persone sorde, laboratori di cucina predisposti, cinema, laboratori creativi per bambini.

Se ci pensiamo bene la lingua è una cornice organizzativa del pensiero: che sia parlata, ascoltata, fatta di segni o di parole, non importa.

Il fulcro è comunicare quello che viene da dentro. Questa è la vera lingua universale.

Scopri il servizio di SOURDLINE QUI

Eleonora P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *