Prova dell’ abbronzatura, come superarla?

30.07.2018

Aiutoooo!!! Voglio superare la prova dell’abbronzatura!

Siamo nel pieno dell’estate e ovviamente tutti puntano ad avere un’abbronzatura perfetta, uno dei più grandi incubi dell’estate dopo quello della prova costume.

Ma perché siamo tutti fissati sull’abbronzatura?

Un po’ di storia

Possiamo ringraziare oppure odiare la ben nota stilista Coco Chanel per avere diffuso che tornare delle vacanze abbronzata era obbligatorio. In effetti negli anni ‘20 è tornata da una vacanza in Costa Azzurra, presentandosi abbronzata. Però la vera svolta è stata negli anni 50, con il contemporaneo sviluppo economico e del turismo in genere che ha portato ad un vera e propria passione per la pelle dorata.

Al contrario, il colorito pallido è divenuto un tratto caratteristico delle classi meno abbienti che, costrette a lavorare al chiuso in un ufficio o in una fabbrica, non hanno le possibilità economiche per godersi lunghe vacanze.

L’abbronzatura nel 2018…

Nel 2018, pare che l’abbronzatura sfrenata sia passata di moda, ma in molte non sanno rinunciare a quel bellissimo effetto snellente e illuminante che regala!

Nota bene: per abbronzarsi bene con un risultato visibile e duraturo, tutto dipende dal proprio fototipo. Tu a quale appartieni? Sei una di quelle che dopo una giornata di sole sono già perfettamente dorate oppure una di quelle che appena filtra un raggio dall’ombrellone sono già scottate ma di abbronzatura neanche l’ombra?!

Una cosa è certa, una leggera doratura è piacevole e dona un po’ a tutte, soprattutto a chi possiede un sottotono di pelle caldo.

Se sei invece tra quelle donne che purtroppo madre natura ha donato una carnagione diafana oppure non sei una donna da lettino e ore al sole, non temere: se ti piacerebbe un incarnato più colorito, luminoso e dorato, ci sono diversi trucchetti per ricreare ed esaltare quel look baciata dal sole che tanto vorresti.

Su quali colori puntare?

IL colore nell’abbigliamento che accentua di più l’abbronzatura è ovviamente il bianco. Se fai parte del club delle donne che il bianco l’indossa soltanto quando sei abbronzata puoi anche puntare su dei colori neutri e chiari come il sabbia o i toni pastello: essendo più chiari della pelle, la fanno percepire più scura.

La sfumatura di bianco andrà scelta in base alla pelle: pelli dal sottotono freddo rendono meglio se sono abbinate ad un bianco ottico o ghiaccio, mentre i sottotoni caldi sono valorizzati da bianchi cremosi o avorio.

Funzionano bene le tonalità del rosa, sia quelle calde (come il color carne e il corallo) che quelle fredde (come il fucsia), sempre seguendo la regola di sottotono caldo/rosa caldo e sottotono freddo/rosa freddo. Infine, puoi puntare anche su colori accesi e luminosi come il verde lime o il giallo.

Cura della pelle

Se hai iniziato a prendere il sole oppure se vuoi conservare più al lungo la tua abbronzatura ricorda di esfoliare la pelle di tanto in tanto. Potrebbe sembrare che lo scrub attenui l’abbronzatura, invece asportando le cellule morte superficiali, illumina e rinvigorisce la pelle. L’importante è che sia delicato e non troppo frequente.

Anche un’idratazione costante di viso e corpo aiuta a far percepire meglio l’abbronzatura. Olii per viso e corpo saranno i tuoi alleati durante l’estate, così come l’applicazione di un crema solare prima del make-up, che permette una doratura uniforme e più duratura del viso. Scegli il fattore di protezione in base al tuo fototipo, magari facendoti consigliare.

Make-up, quale scegliere?

Anche il make-up in estate può aiutare a darti un’abbronzatura “naturale”. Ti consigliamo di uniformare la pelle con un fondotinta minerale dello stesso tono, o al massimo mezzo tono più scuro, della pelle in quel momento, spennellandolo anche sul collo e il decolleté, con un pennello grosso e pieno come il kabuki, per un effetto soft e naturale. Da evitare assolutamente: prodotti liquidi o cremosi che potrebbero risultare troppo pesanti.

Puoi anche creare dei punti luce e delle ombre, fondamentali per ricreare l’effetto “baciata dal sole”. Se ci pensi, quando prendi il sole passeggiando, le zone che si abbronzano di più sono la fronte, il naso e gli zigomi. Con una terra poco più scura del tuo colore di pelle spennella queste zone proprio come se fossero appena scurite dal sole, e poi picchietta un illuminante in crema sugli zigomi ai lati degli occhi, sul dorso del naso e al centro del mento.

L’ultimo tocco per far sembrare l’abbronzatura naturale e piacevole è aggiungere al centro delle guance un pizzico di blush rosa o pesca. Attenzione ai prodotti shimmer, perché riflettono molto la luce: è vero che possono aiutare a far percepire l’abbronzatura più intensa ma se la pelle è matura e presenta qualche imperfezione è meglio usare prodotti matte, perché le particelle riflettenti amplificano rughe, pori dilatati e discromie.

Capelli, opti per il balayage!

Premessa: non è necessario diventare completamente bionde, basta qualche tocco di luce sulle lunghezze per ricreare quell’effetto capelli schiariti dal sole. E subito il viso è illuminato! Il difficile è conservare un effetto naturale e la gradazione va calibrata con le radici dei capelli. Chi ha i capelli è meglio che lavori su un tono su tono anche perché poi al mare si schiariranno e il tutto sembrerà più artificiale.

Last but not the least: lo smalto

Per far risaltare ulteriormente l’abbronzatura, sulle mani funzionano bene gli smalti color latte, cipria o rosa chiaro, che staccano dalla pelle e la fanno percepire più scura.

Con tutti questi consigli sei pronta per affrontare e superare la prova abbronzatura per tutta l’estate.

Buone vacanze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *