Mamme e figli… Un viaggio al cuore tra consigli e moda 

C’era una volta…

Una mamma che si apprestava a intraprendere il viaggio più bello ed intenso della sua vita.

Tanti interrogativi, ancora poche certezze. KIABI, come una fata madrina le portò consiglio e accompagnamento per rendere il suo percorso magico e indimenticabile.

E così, come ogni favola che si rispetti, vissero tutti felici e contenti.

 

Qui troverai abbracci e conforto, soluzioni e risposte a tutte le tue domande da futura o neo mamma.

Di cosa tratteremo insieme?

  • Testimonianza di mamme con te
  • Tendenze e best practice per tutte le mamme di oggi
  • Influencer ed esperti che sveleranno trucchi e consigli

 

Mamma è la parola più bella sulla bocca della gente…

Come vestire bebè?

Scritto da:

01.10.2019

MODA & GREEN: una combo perfetta  

L’abbigliamento che fa bene al tuo bebè!

Cari Mamme e Papà,

ben trovati! Oggi scriviamo di un argomento molto in voga negli ultimi tempi: Moda Ecosostenibile a prova di bebè!

Cosa intendiamo complessivamente per fashion dai toni green?

Non è solo un trend o una trovata strategica di comunicazione, potete starne certi.

E’ una vivida missione che fa rima con futuro, pianeta e benessere.

Prendersi cura dei più piccoli significa proprio partire dal proteggere l’ambiente in cui vivono.

Nasce così questo nuovo approccio al design dei vestiti, basato sul sodalizio di etica e sostenibilità.

E’ un processo che impiega materiali non dannosi, dal minimo impatto ambientale, che mira a salvaguardare ciò che ci circonda partendo proprio dalla pelle e dal benessere del piccolo.

La pelle del bebè…

Come sappiamo la pelle dei neonati è ancor più delicata della nostra.

Reagisce in modo più sensibile alle aggressioni esterne e ha bisogno, non solo di trattamenti ad hoc, ma di massima protezione.

Le sostanze che vengono a contatto con la loro pelle vengono assorbite più facilmente e penetrano negli strati più profondi.

E’ per questo che occorre sempre leggere l’etichetta dei capi e optare magari per materiali biologici ottenuti tramite un processo per la coltivazione del cotone che punta al risparmio di acqua, all’utilizzo di fibre naturali, alla riduzione dei consumi di energia primaria.

Il cotone biologico nasce proprio da un processo ecologico ed ecosostenibile e rappresenta una scelta responsabile e consapevole per garantire al bambino il comfort di una fibra che lascia respirare meglio l’epidermide.

E’ in questa direzione che il fashion vuole dirigersi, percorrendo il sentiero di una moda etica.

KIABI, non solo per la collezione bebè ma per tutti i reparti, si è posto l’obiettivo di diventare sostenibile al 100% entro il 2030.

Lo scorso marzo, ha infatti firmato un accordo con Bci – Better Cotton Initiative con l’obiettivo di sostituire tutto il cotone standard con quello più sostenibile entro sette anni.

Questo vuol dire però che non bisogna demonizzare tutto ciò che non lo sia; se ci pensiamo bene, noi ci siamo vestiti lo stesso prima che questa consapevolezza prendesse piede. L’ambiente adesso però ci sta lanciando intensi e preoccupanti campanelli d’allarme… è giusto prestare ascolto e agire raddrizzando il tiro.

Photo by Michal Bar Haim on Unsplash

Photo by Michal Bar Haim on Unsplash

Impatto positivo sull’ambiente…

ll modo in cui viene coltivato il cotone biologico rispetta la natura garantendo un’aria più pulita, proteggendo la qualità dell’acqua e prevenendo l’erosione del suolo.

I vestitini poi, in particolare l’intimo per i bambini, possono inoltre essere riciclati facilmente.

Questa tipologia di rottamazione sta prendendo piede sempre più non solo per una nobiltà di intenti, ma anche per ragioni di praticità: il ritmo di crescita dei bambini è elevatissimo.

Duplice volto della Moda…

Le mamme si sa, amano vestire i propri cuccioli sempre in modo diverso e sfizioso.

L’eco non vuole quindi essere una rinuncia allo stile, anzi…vuole stagliarsi come una ventata chic che strizza l’occhio alla salvaguardia del futuro.

E’ moda degli ultimi tempi preparare l’arrivo del piccolo proprio all’insegna del green.

Già il corredino può infatti essere a tema biologico (vedremo nei prossimi articoli).

Body, tutine, pigiamini, guanti, cappellini, giacchine a basso impatto ambientale e a piccoli prezzi.

L’impegno di KIABI

Da KIABI trovi tutto l’occorrente per un’offerta al di là delle tue aspettative.

Oltre al cotone bio la chiave di volta la fanno anche la funzionalità e l’innovazione del prodotto.

Pensiamo a delle tutine non sono glamour ma anche pratiche per un migliore comfort.

Dotate di un’apertura comoda nella parte posteriore agevolano il cambio del pannolino anche quando vi trovate a combattere contro il tempo.

I modelli di pantalone presentano la taglia regolabile e le t-shirt vantano dei bottoni a pressione per agevolare il passaggio della testa del piccino.

Non solo eco e fibra naturale ma anche tanto benessere e funzionalità…

 Maglietta stampata cotone bio 2€

Maglietta stampata cotone bio 2€ – SCOPRI LA COLLEZIONE >>

 Completino tuta + maglia cotone bio 15,00€

Completino tuta + maglia cotone bio 15,00€ – SCOPRI LA COLLEZIONE >>

 Body stampa 'Eco-design'

Body stampa ‘Eco-design’ 3,5€  – SCOPRI LA COLLEZIONE >>

Consigli…

Anche in inverno è bene evitare la lana, che è un materiale più irritante.

Meglio scegliere un body in cotone a maniche lunghe per i mesi più freddi.

Per l’inverno, che si tratti di body intimi o di tutine di cotone o ciniglia, bisogna puntare sulla comodità.

Allacciature e bottoni devono essere ridotti al minimo e consentire un cambio pannolino senza spogliare completamente il bebè.

Da evitare i materiali troppo rigidi, le fibbie o i bottoni che possono graffiare.

Durata nel tempo…

Rispetto ad altre tipologie di fibre il cotone bio gode di una maggiore resistenza al tempo ed ai lavaggi frequenti. Questo è ottimale sapendo che i piccoli si possono sporcare frequentemente.

Il cotone è la fibra tessile più usata nel mondo infatti è dai più definito come “tessuto della vita”.

Si tratta di una fibra vegetale ricavata da piante appartenenti al genere Gossypium della famiglia Malvacee.

Nello specifico quello organico ha il quid in più: non viene trattato chimicamente nel processo di fabbricazione e i vestiti si mostrano più resistenti allo strappo, all’abrasione e al lavaggio ripetuto.

Photo by Fé Ngô on Unsplash

Aiuta altre famiglie…

La coltivazione del cotone bio tutela i lavoratori agricoli che, non usando agenti chimici, possono godere di una qualità della vita migliore; si salvaguardano così le famiglie degli operai e quelle che vivono nelle zone circostanti le coltivazioni, che in tal modo non inalano le scorie delle produzioni inquinanti.

Vestire il tuo bimbo in modo sano contribuendo anche al benessere della comunità è un proposito che fa bene al cuore.

I figli sono il futuro del nostro pianeta: educarli fin dall’inizio al fatto che siamo tutti pezzi di un puzzle e di un grande disegno che va rispettato…questa è la più grande eredità che possiamo lasciargli.

Eleonora P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *